chirurgiaplastica.gif:
nada: Dottor ALIA Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica - Milano - Cagliari - Olbia - Sassari - tel. 02 6671 1656
nada:

nada:

nada:




isaps.jpg:
Cellulite: la liposuzione può eliminarla?


La Cellulite è senza dubbio uno dei problemi estetici che affliggono maggiormente le donne. Ma cosa è realmente questo tormento che condiziona a tale punto l'umore, la scelta dell'abbigliamento e le relazioni sociali? Come vi si può porre rimedio? E, soprattutto, cosa bisogna aspettarsi dai trattamenti che vengono proposti da giornali, estetiste e medici?


Prima di tutto occorre fare chiarezza sulla parola 'cellulite' con la quale, nel linguaggio medico, si intende un'infiammazione del tessuto sottocutaneo. In campo estetico, invece, questo termine viene usato impropriamente e indica una condizione caratterizzata da un assottigliamento del derma (lo strato più robusto della pelle), dalla comparsa del cosiddetto aspetto 'a buccia d'arancia' e dalla presenza, talvolta, di noduli sottocutanei palpabili e dolorosi. Questa condizione può essere peggiorata se si ha la tendenza alla ritenzione idrica con problemi di scarico venoso.

L'errore che si fa molto spesso è quello di confondere la cosiddetta 'cellulite' appena descritta con le adiposità localizzate, i cuscinetti adiposi in eccesso che disturbano l'armonia dei contorni del corpo. Questi accumuli di grasso sono quasi sempre costituzionali, ma vengono influenzati anche dalla dieta e dalle abitudini di vita. L'unico modo per eliminarli, o quantomeno migliorarli, rendendo più armonica la silhouette corporea è l'intervento di liposuzione (o liposcultura). Questa procedura chirurgica ha invece scarso effetto sulla 'cellulite'.

In realtà, la liposuzione superficiale tumescente (una delle tecniche più innovative) può avere talvolta un effetto di compattamento della pelle e produrre, oltre al rimodellamento delle forme, anche un miglioramento della 'cellulite'. Ma non è sicuro che questo avvenga e un chirurgo plastico serio non può promettere a una paziente di farla guarire dalla cellulite perché nella maggior parte dei casi è impossibile.

Si potrà ricorrere comunque a trattamenti palliativi come la mesoterapia o altri metodi che servono a veicolare farmaci flebotrofici e vasodilatatori a livello delle aree interessate dal fenomeno.

In conclusione, bisogna ricordare che: la 'cellulite' e le adiposità localizzate sono due entità distinte (anche se possono coesistere) che richiedono trattamenti diversi; le terapie mediche (mesoterapia, elettrolipolisi, ionoforesi ecc.) non hanno alcun effetto sui cuscinetti adiposi e servono solo a fare guadagnare soldi a chi le fa. Possono invece, in casi selezionati, migliorare la sintomatologia soggettiva (dolore, senso di peso) del fenomeno cellulitico. L'unico metodo per rimodellare le forme corporee è la liposuzione che però, bisogna ricordare, non serve a perdere peso come alcuni erroneamente credono.

Meritano di essere ricordati, infine, i trattamenti naturali di tipo meccanico che possono essere molto utili nella 'cellulite', soprattutto se associata a ritenzione idrica, ma anche dopo interventi di liposuzione: il linfodrenaggio manuale e la nuova LPG-Endermologie. Se eseguito bene, da persone esperte che abbiano seguito dei corsi specifici, e con costanza, il linfodrenaggio può dare risultati ottimi e tangibili. Il trattamento Endermologie si esegue invece con una macchina che, manovrata da un operatore esperto, dopo un numero congruo di sedute può risolvere molti dei problemi legati alla cosiddetta cellulite: vengono migliorati l'aspetto a buccia d'arancia e i gonfiori causati dalla ritenzione idrica.
  chirurgia-plastica.ws - P.IVA 12034450150 - Studio via Copernico 47 - 20125 - Milano - tel. 02 6671 1656
tutti i diritti riservati