chirurgiaplastica.gif:
nada: Dottor ALIA Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica - Milano - Cagliari - Olbia - Sassari - tel. 02 6671 1656
nada:

nada:

nada:




isaps.jpg:
Il chirurgo risponde

Collagene riassorbito
D: Ho già fatto un riempimento di alcune rughe col collagene, ma si è riassorbito velocemente. Vorrei sapere di più sul Dermalive, sul Formacryl e sull'innesto di grasso per le rughe naso-labiali ed eventualmente la durata di tali trattamenti.
R: La sostanza che preferisco utilizzare per il riempimento delle rughe naso-labiali, specialmente in donne giovani, è l'acido ialuronico (restylane): sebbene venga interamente riassorbito dopo alcuni mesi (dura comunque molto più del collagene) dopo alcuni impianti si produce una reazione a livello dei tessuti che rende più efficace il risultato e per mantenerlo bastano sedute più dilazionate nel tempo (ogni 8-10 mesi). Solo con l'acido ialuronico è possibile eseguire impianti negli strati più superficiali del derma e ottenere un ottimo risultato nella maggior parte delle rughe.

Il Dermalive produce risultati più duraturi, ma gran parte del prodotto si riassorbe nei primi giorni (la componente di acido ialuronico a basso peso molecolare). Inoltre non può essere iniettato superficialmente e il suo costo è quasi il doppio del restylane.

Il Formacryl si inietta in sede ipodermica ed è quindi inadatto nelle rughe naso labiali delle persone giovani: non ha alcun effetto sul derma. E' a mio parere indicato per aumenti di volume profondi (zigomi, mento, riempimento aree atrofiche, contorno labbra ecc.).

La lipostruttura infine è un nuovo metodo di trapianto autologo del grasso. Anche quest'ultimo viene posizionato a livello ipodermico; le indicazioni sono le stesse del Formacryl, ma il grasso è un tessuto naturale e, sebbene soggetto a una certa percentuale di riassorbimento, può essere utilizzato per ridare tono e volume a un viso in cui col passare del tempo il grasso sottocutaneo si è atrofizzato. L'effetto sulle rughe naso-labiali può essere buono se il problema di base è quello di un certo rilassamento e atrofia dell'ipoderma.

Le soluzioni possono essere tante, ma soprattutto devono essere sempre personalizzate: non si può ottenere in tutti gli individui lo stesso risultato e utilizzare la stessa tecnica. E' perciò essenziale che il chirurgo esamini il singolo problema per potere suggerire il miglior rimedio.
  chirurgia-plastica.ws - P.IVA 12034450150 - Studio via Copernico 47 - 20125 - Milano - tel. 02 6671 1656
tutti i diritti riservati